Il teenager si aggiunge a Rafa Nadal alla lista dei qualificati a Torino

Carlos Alcaraz è diventato il secondo giocatore qualificato dopo Rafa Nadal per le Nitto ATP Finals, in programma a Torino dal 13 al 20 novembre.

Il 19enne di Murcia si è guadagnato il diritto di giocare per la prima volta le Nitto ATP Finals grazie alla vittoria su Jannik Sinner nei quarti di finale dello US Open. Lo spagnolo giocherà le Finals un anno dopo aver vinto le Intesa Sanpaolo Next Gen ATP Finals in Milan. Alcaraz è il più giovane a qualificarsi per il torneo di fine stagione con i migliori otto al via dal 2005 quando un diciannovenne Rafa Nadal finì la stagione in Top 8 (ma poi non giocò le Finals).

Il teenager spagnolo è secondo nella Pepperstone ATP Live Race To Turin, la classifica basata sui soli piazzamenti stagionali che determinerà i qualificati per Torino. Ma ha l'occasione di lasciare Flushing Meadows diventando il più giovane numero 1 del mondo nella storia dei Pepperstone ATP Rankings, la classifica computerizzata introdotta nel 1973. Alcaraz può raggiungere questo risultato vincendo il torneo oppure arrivando in finale ma contro un avversario diverso da Casper Ruud.

Dopo il trionfo a Milano dell'anno scorso, Alcaraz ha alzato l'asticella nel 2022. Allenato dall'ex numero 1 del mondo Juan Carlos Ferraro, è diventato quest'anno il terzo più giovane vincitore di un ATP Masters 1000, categoria introdotta nel 1990 in calendario, a Miami. E a Madrid è stato il primo in grado di battere Nadal e Novak Djokovic in uno stesso torneo sulla terra rossa.

Alcaraz ha anche tolto a Sinner il primato di più giovane vincitore di un ATP 500, a Rio de Janeiro, e ha aggiunto un secondo titolo della stessa categoria a Barcellona. Alla vigilia della semifinale allo US Open, ha un bilancio vittorie-sconfitte di 49-9.

Alcaraz è il terzo giocatore nell'albo d'oro delle Intesa Sanpaolo Next Gen ATP Finals a giocare le Nitto ATP Finals dopo Sinner e Stefanos Tsitsipas che vinse a Milano nel 2018 e alle Finals l'anno successivo.